Bio

Nata a Cirié, in provincia di Torino, il 23 agosto 1969, ho provato e coltivato una intensa attitudine verso il disegno a matita e a carboncino, e verso il ritratto umano. Dopo il liceo classico, mi sono laureata in Filologia italiana all’Università di Torino e mi sono perfezionata in Museografia presso il Politecnico di quella città. Sono diventata docente di Discipline letterarie e Latino e ora insegno al Liceo Scientifico Statale “F. Juvarra” di Venaria Reale.

Nella mia vita ho studiato le tecniche di disegno da sola, confrontandomi con insegnanti dell’Accademia d’Arte di Torino, formandomi nel riconoscimento delle arti decorative, presso il Museo Accorsi di Torino, ed esercitandomi con passione nell’acquerello e nella tecnica della china a pennino e a rapidograph – strumento quest’ultimo conosciuto grazie all’attività di geometra di mio padre: io l’ho impiegato nel tratto artistico.

Daniela, Estate 2017
Daniela, Estate 2017

Albrecht Dürer, Pisanello, Giovan Battista Piranesi, Veronese e soprattutto Tintoretto sono alcuni dei miei artisti preferiti, i maestri a cui mi ispiro per i miei disegni, che osservo e ricopio, anche se mantengo un approccio naturalistico con il ritratto dal vivo.

Quattro le tematiche ricorrenti in questi ultimi dieci anni. La flora, oggetto anche della mia passione botanica; la fauna, in particolare gli uccelli: esempi viventi dell’evoluzione biologica, nel corso di milioni di anni da dinosauri si sono trasformati in mirabili esseri piumati; le donne, ritratte di solito a china nera, sensuali e libere; lo studio dei disegni e delle opere dell’Arte rinascimentale italiana, da me assai amata.

Annunci