I gesti del giovane Gesù di Tintoretto

Studio a matita dalla ‘Disputa di Gesù con i Dottori del Tempio’, di Jacopo Robusti detto Tintoretto (prima metà del XVI secolo), Collezione del Cardinale Monti – Milano (MI), Veneranda Fabbrica del Duomo. Museo del Duomo. La vicenda del giovane Gesù in atto di spiegare la novella Parola ai Dottori del Tempio di Gerusalemme è narrata  nel Vangelo di […]

Read More I gesti del giovane Gesù di Tintoretto

stantibus ac confertis equis…

  Dall’opera di Tito Livio (59 a.C. – 17 d.C.), Ab Urbe Condita. Libro XXII, la battaglia di Canne: l’urto degli eserciti romano e cartaginese. Clamore sublato procursum ab auxiliis et pugna levibus primum armis commissa; deinde equitum Gallorum Hispanorumque laevum cornu cum dextro Romano concurrit, minime equestris more pugnae; frontibus enim adversis concurrendum erat, […]

Read More stantibus ac confertis equis…

Ballerina.

Di nuovo. L’attesa è un déjà vu che affiora prima di ogni scena. Poi, in scena, l’azione fuoriesce dalla luce che taglia. La mente in questi casi è tutto, e il corpo è la sua estensione trasparente e insieme materiale. Ballerina.   Una novità: non è matita di grafite quella che ho usato qui: è […]

Read More Ballerina.

Del disegno

Il disegno ti educa alla pazienza. Quando col disegno ritrai qualche soggetto, vivo o cosa inerte, allora ti cimenti pure nell’osservazione ragionata. Amori di Galatea e Polifemo è il titolo del rilievo marmoreo (al Museo di Antichità di Torino, guarda qui) a cui questo disegno è ispirato: composto con china, con matita e con gesso su carta Amalfi. […]

Read More Del disegno

Natività

Quando disegno concentro la mente sul significato del soggetto: è un ritornare alle origini e alla storia dell’idea disegnata. Pure quando è lo studio delle opere dei Maestri. Qui c’è La moltiplicazione dei pani e dei pesci che Tintoretto compose nel 1555 circa. La vicenda è narrata in tutti e quattro i Vangeli (Matteo, 14, 13-21; Marco 6. 30-44; […]

Read More Natività