Ballerina.

Di nuovo. L’attesa è un déjà vu che affiora prima di ogni scena. Poi, in scena, l’azione fuoriesce dalla luce che taglia. La mente in questi casi è tutto, e il corpo è la sua estensione trasparente e insieme materiale. Ballerina.   Una novità: non è matita di grafite quella che ho usato qui: è […]

Read More Ballerina.

«Questo amar…»

«Ma che diresti tu ancora se io, tutte queste ragioni donandoti amichevolmente, e buono facendoti quello stesso che tu argomenti, che amare altrui non si possa senza dolore, ti dicessi che questo amar le donne, che noi uomini facciamo, e che le donne fanno noi, non è amare altrui, ma è una parte di sé […]

Read More «Questo amar…»

Nessuno

Nessuno può immaginare come sia apparire bella e sfrontata, in un elegante vestito sorto dal nulla, a una festa piena di gente, con la vanità a indicarti la strada della fortuna; o buona e umile, con la veste straccia e sporca di cenere, di fronte a un uomo che cambierà la tua sorte, e tu metti a un piede ‘quella’ […]

Read More Nessuno

La guerra

La guerra è una china su foglio di cm 60 x 50 (640 gr) che esprime una disposizione di animo. C’è una donna abbigliata di scuro accanto a un cavallo bianco: è tutto silenzioso nella notte, ma che qualcosa si stia preparando lo dichiarano gli occhi febbrili e attenti dell’essere umano e la compostezza dell’animale, assorto in un ozio […]

Read More La guerra