Acqua Dolce

Lungo le sponde del lago di Viverone vivono molte anatre e folaghe: queste due anatre femmina stavano a riva e attendevano che il rifluire placido dell’acqua lambisse le loro zampe. Le ho osservate a lungo e poi le ho fotografate.

A casa ho disegnato a matita le loro forme e ho aggiunto un tocco di acquerello Blu di Prussia, a evidenziare le penne dello specchio alare, distinte dal resto del piumaggio.

 

Anatre, Matita e Acquerello, 2007
Anatre, Matita e Acquerello, 2007

 

Anatre, Matita e Acquerello, 2007 - particolare
Anatre, Matita e Acquerello, 2007 – particolare

 

 

Conchiglia

Conchiglia

di Osip Emil’evič Mandel’štam

Notte, forse di me non hai bisogno;

dalla voragine dell’universo

io, conchiglia senza perle, sono

gettato sulla tua proda, riverso.

Con noncuranza fai schiumare i flutti

e riottosamente vai cantando;

ma la bugia d’una conchiglia inutile

ti sarà oggetto d’amore e di vanto.

Verrai a giacerle accanto sulla sabbia,

e a ricoprirla della tua pianeta;

a renderla, verrai, inseparabile

dall’enorme campana degli abissi irrequieti;

e il vano della fragile conchiglia –

nido di un cuore ove nessuno alloggia –

ricolmerai di schiuma che bisbiglia,

ricolmerai di nebbia, vento e pioggia…

(1911, traduzione di Remo Faccani) 

Link di riferimento letterario: http://www.nuoviargomenti.net

Conchiglia, Acquerello e Matita, 2010
Conchiglia, Acquerello e Matita, 2010

Il mestiere di vivere

Pazienza. Si muovono lenti nell’acqua, ispezionando come studiosi assorti.

Il cervello teso a leggere il fondo, che è un libro colmo di sorprese con un finale capace di saziare la fame.

In un fiume africano, verso sera, gli Ibis vanno in cerca di gamberi.

I loro corpi riflettendosi sull’acqua liscia, paiono tanti Narciso in atto di contemplare: non sé stessi ma lo scrigno di vita fluida tra le loro zampe.

Questa lunga occupazione non li condanna all’inganno del greco giovinetto, ma è il loro mestiere di vivere – e di sopravvivere.

 

Al tramonto gli ibis cercano gamberi d'acqua dolce, China e Pastello, 2009
Al tramonto gli ibis cercano gamberi d’acqua dolce, China e Pastello, 2009

 

Al tramonto gli ibis cercano gamberi d'acqua dolce, China e Pastello, 2009 - particolare
Al tramonto gli ibis cercano gamberi d’acqua dolce, China e Pastello, 2009 – particolare

 

Al tramonto gli ibis cercano gamberi d'acqua dolce, China e Pastello, 2009 - particolare
Al tramonto gli ibis cercano gamberi d’acqua dolce, China e Pastello, 2009 – particolare

Blu

Nella tecnica dell’acquerello il Blu richiede un suo spazio e un suo tempo: il pigmento solido Blu  di leggera coprenza e legato alla gomma arabica – non comporta una stesura semplice, a volte si addensa e a volte perde carica.

È un colore affascinante e, se vuoi ritrarre il mondo, non puoi evitarlo perché il Blu è cielo, mare, ali, ombra; come non rinunci all’aria, all’acqua, alla natura, che sono assolute quanto la libertà.

Anche di quella non puoi fare a meno.

Ara blu, Acquerello, 2011 – particolare

(Blu ‘French Ultramarine’)

Ara blu, Acquerello, 2011 - particolare
Ara blu, Acquerello, 2011 – particolare