stantibus ac confertis equis…

  Dall’opera di Tito Livio (59 a.C. – 17 d.C.), Ab Urbe Condita. Libro XXII, la battaglia di Canne: l’urto degli eserciti romano e cartaginese. Clamore sublato procursum ab auxiliis et pugna levibus primum armis commissa; deinde equitum Gallorum Hispanorumque laevum cornu cum dextro Romano concurrit, minime equestris more pugnae; frontibus enim adversis concurrendum erat, […]

Read More stantibus ac confertis equis…

Del disegno

Il disegno ti educa alla pazienza. Quando col disegno ritrai qualche soggetto, vivo o cosa inerte, allora ti cimenti pure nell’osservazione ragionata. Amori di Galatea e Polifemo è il titolo del rilievo marmoreo (al Museo di Antichità di Torino, guarda qui) a cui questo disegno è ispirato: composto con china, con matita e con gesso su carta Amalfi. […]

Read More Del disegno

Nessuno

Nessuno può immaginare come sia apparire bella e sfrontata, in un elegante vestito sorto dal nulla, a una festa piena di gente, con la vanità a indicarti la strada della fortuna; o buona e umile, con la veste straccia e sporca di cenere, di fronte a un uomo che cambierà la tua sorte, e tu metti a un piede ‘quella’ […]

Read More Nessuno

Lucertola

Studiare dal vivo è una scuola non solo di osservazione, ma anche di pazienza. Con il foglio e con la matita avvicinarmi a una lucertola, che beata si scalda al sole estivo, e disegnarla nei contorni definendo le ombre e i volumi a brevi tratti. Scrivere accanto al disegno note sulle tinte della sua pelle, degli occhi e […]

Read More Lucertola

Del ritratto

La materia si fa storia raccontata: il ritratto è svelamento di una vita, di uno stato d’animo, di una condizione sociale. Il Rinascimento e il Manierismo propongono insistite riflessioni sull’essere umano e sul suo modo di esistere nel tempo e nello spazio. Ritratti frontali o di scorcio, sguardi sfuggenti oppure diretti. Una catena ininterrotta di richiami all’arte antica […]

Read More Del ritratto