«Questo amar…»

«Ma che diresti tu ancora se io, tutte queste ragioni donandoti amichevolmente, e buono facendoti quello stesso che tu argomenti, che amare altrui non si possa senza dolore, ti dicessi che questo amar le donne, che noi uomini facciamo, e che le donne fanno noi, non è amare altrui, ma è una parte di sé amare e, per dir meglio, l’altra metà di se stesso? …».(Pietro Bembo ne Gli Asolani).

Dal concept “Cennerentola

Cennerentola: Il Nuovo Matrimonio, China e Acquerello, 2015
Cennerentola: Il Nuovo Matrimonio, China e Acquerello, 2015
Cennerentola e il Re, 2015, China, Acquerello con Polvere d'Argento
Cennerentola e il Re, 2015, China, Acquerello con Polvere d’Argento

Nessuno

Nessuno può immaginare come sia apparire bella e sfrontata, in un elegante vestito sorto dal nulla, a una festa piena di gente, con la vanità a indicarti la strada della fortuna; o buona e umile, con la veste straccia e sporca di cenere, di fronte a un uomo che cambierà la tua sorte, e tu metti a un piede ‘quella’ pantofola con zeppa, mentre elevi in volto una gioia compiaciuta.

Nessuno può sapere cosa nasconde il tuo cuore che – guasto – ha pensato l’omicidio e lo ha realizzato attraverso le tue mani, senza volerlo chiamare tale; piangendo poi solo per sé.

Nessuno infine può pensare che tu, in fondo, sia completamente felice a meno che non creda che tu, proprio tu!, cancellato il passato, ti sia data una giustificazione per tutto quanto.

La storia originale, napoletana e italiana, di Cenerentola inaugura qui l’inizio d’autunno.

Cennerentola e il Re, 2015, China, Acquerello con Polvere d'Argento
Cennerentola e il Re, 2015, China, Acquerello con Polvere d’Argento