Il volo

Le penne con le loro barbe e barbule sono pronte al volo, che è il linguaggio delle stirpi del cielo; ci vogliono eleganza e bellezza per rendere completa l’azione.

Così incantano gli uccelli e solcano l’aria, liquidi, come rettili piumati.

Ala di Papagayo, China, Acquerello e Matita, 2014
Ala di Papagayo, China, Acquerello e Matita, 2014
Ala di Papagayo, China, Acquerello e Matita, 2014 - particolare
Ala di Papagayo, China, Acquerello e Matita, 2014 – particolare

Fotografo e spesso osservo senza fotografare, all’unico scopo di stamparmi nella mente un movimento, un saltello di zampe o un agitare di coda: perché nel momento del disegnare l’occhio pretende di leggere con chiarezza, ma la mente richiede di aver catturato un senso e di sapere dare un ordine. Il disegno nasce da una conoscenza acquisita con pazienza e consolidata.

Studio di Volo, Acquerello, 2011
Studio di Volo, Acquerello, 2011
Studio di Volo, Acquerello, 2011 - particolare
Studio di Volo, Acquerello, 2011 – particolare

Il modo del volo si sviluppa diverso in ogni specie, siano gheppi che circolari planano o cinciallegre che continue muovono le ali. L’atto di volare innesca nell’animale estensioni sconosciute agli esseri umani: le zampe si protendono, si sollevano con delicatezza gli artigli per opporre un ostacolo all’aria e frenare nel momento dell’atterraggio; zampe e cosce si allungano estreme in un balzo quando è necessario spiccare il volo e solo l’esperienza ripetuta permette all’animale di sapere quando staccare le zampe e librarsi in alto.

Le ali sono vele

Studio per Athene noctua e Falco tinnunculus, Acquerello e Matita, 2010 - particolare
Studio per Athene noctua e Falco tinnunculus, Acquerello e Matita, 2010 – particolare
Studio per Athene noctua e Falco tinnunculus, Acquerello e Matita, 2010 - particolare
Studio per Athene noctua e Falco tinnunculus, Acquerello e Matita, 2010 – particolare
Ara ararauna, China, 2011
Ara ararauna, China, 2011
Ara ararauna, China, 2011 - particolare
Ara ararauna, China, 2011 – particolare

 

Le ali sono vele che compiono nell’aria cerchi – quelle dei colibrì – o battute dall’alto al basso – quelle dei corvi e delle colombe -. In un dialogo perfetto con la struttura ossea, le penne più lunghe danno direzione e forza, le piumette scaldano e offrono corpo solido all’attrito.

Il volo è un’arte colorata: le tinte delle piume richiamano o nascondono; differenziano pure i generi segnalandone l’indole: temeraria, di solito, nei maschi; cauta, di solito, nelle femmine e così il linguaggio del volo si connota di significati nuovi in ogni stagione e diventa gioioso quando per le nozze gli animali si vestono di livree cerimoniali.

Cicinnurus regius, Acquerello, 2011
Cicinnurus regius, Acquerello, 2011