Mare di Gigli

Il Giglio non ha purezza, ma abbondanza: esala un profumo intenso e pungente, i sei petali sono spessi, carnosi e bianchi come neve, gli stami tengono un polline di oro scuro. Le corolle sono ampie e le loro punte finiscono ondulate.

Nella cultura simbolo casto, ma nella realtà fiore dal lusso generoso e inquietante: il candore abbaglia, l’aroma stordisce. Il polline macchia le vesti.

La bellezza sorprende e cattura a sé.

Volevo ritrarre un mare di Gigli: prima ho disegnato a china i contorni, poi ho scelto acquerelli in terra ocra, in giallo di Cadmio e in rosso indiano a definire il volume.

 

…oro scuro...

Lilium, Acquerello e China, 2013 - particolare
Lilium, Acquerello e China, 2013 – particolare

 

Le corolle sono ampie e le loro punte finiscono ondulate.

Lilium, Acquerello e China, 2013 - particolare
Lilium, Acquerello e China, 2013 – particolare

 

Il mare di Gigli…

Lilium, Acquerello e China, 2013
Lilium, Acquerello e China, 2013