Del disegno

Il disegno ti educa alla pazienza. Quando col disegno ritrai qualche soggetto, vivo o cosa inerte, allora ti cimenti pure nell’osservazione ragionata. Amori di Galatea e Polifemo è il titolo del rilievo marmoreo (al Museo di Antichità di Torino, guarda qui) a cui questo disegno è ispirato: composto con china, con matita e con gesso su carta Amalfi. […]

Read More Del disegno

Del ritratto

La materia si fa storia raccontata: il ritratto è svelamento di una vita, di uno stato d’animo, di una condizione sociale. Il Rinascimento e il Manierismo propongono insistite riflessioni sull’essere umano e sul suo modo di esistere nel tempo e nello spazio. Ritratti frontali o di scorcio, sguardi sfuggenti oppure diretti. Una catena ininterrotta di richiami all’arte antica […]

Read More Del ritratto

Zenobia la regina

Zenobia, regina di Palmira – porta dell’Oriente – sfida l’Impero romano nella metà del III secolo d.C. Colta e ambiziosa, si rispecchia nella bellezza di Palmira, la sua ‘città ancestrale’, e cita tra le sue antenate Didone, Semiramide e Cleopatra. Cerca di costruirsi una progenie femminile, che potenzi l’immagine di donna autonoma e guerriera. La tragedia la travolge nel 272 […]

Read More Zenobia la regina

Incanta

La Sirena è un disegno a cui sono affezionata, realizzato velocemente, con l’intento di ritrarre un femminino ‘marino’. La Donna/Afrodite botticelliana, quasi una sirena con le gambe! che emerge beneaugurante dalle acque del mare è iconografia a me cara: nel mio immaginario il mare ha sempre anche una qualità femminile sia per l’evidente parallelismo Origine della Vita/Acqua; […]

Read More Incanta

Il sangue del drago

La battaglia richiede uno scontro frontale tra i duellanti ma pure una metamorfosi: non si sa chi cambia sé e in cosa. Il sangue vitale che ciba uno ciba anche l’altro, la coda squamata è un cordone ombelicale che avvolge il corpo liscio di donna: entrambi gli esseri si combattono, come due gemelli ostili in un’unica placenta, nel furarsi […]

Read More Il sangue del drago