Il mestiere di vivere

Pazienza. Si muovono lenti nell’acqua, ispezionando come studiosi assorti.

Il cervello teso a leggere il fondo, che è un libro colmo di sorprese con un finale capace di saziare la fame.

In un fiume africano, verso sera, gli Ibis vanno in cerca di gamberi.

I loro corpi riflettendosi sull’acqua liscia, paiono tanti Narciso in atto di contemplare: non sé stessi ma lo scrigno di vita fluida tra le loro zampe.

Questa lunga occupazione non li condanna all’inganno del greco giovinetto, ma è il loro mestiere di vivere – e di sopravvivere.

 

Al tramonto gli ibis cercano gamberi d'acqua dolce, China e Pastello, 2009
Al tramonto gli ibis cercano gamberi d’acqua dolce, China e Pastello, 2009

 

Al tramonto gli ibis cercano gamberi d'acqua dolce, China e Pastello, 2009 - particolare
Al tramonto gli ibis cercano gamberi d’acqua dolce, China e Pastello, 2009 – particolare

 

Al tramonto gli ibis cercano gamberi d'acqua dolce, China e Pastello, 2009 - particolare
Al tramonto gli ibis cercano gamberi d’acqua dolce, China e Pastello, 2009 – particolare

Gli accostamenti

La natura si diverte ad accostare colori e sembra che lo faccia per i nostri occhi.

A guardarla ci si delizia: non esistono abbinamenti più o meno graditi, più o meno ‘eleganti’ o ‘di buon gusto’, perché tutto è un rimando a qualcosa, comunque.

Il rosa e l’azzurro di questo pastello rimandano: a nuovi luoghi e a nuove meraviglie animali, a un mondo vergine in cui non ci sono vincoli superiori a quelli della vita e della sopravvivenza.

Fenicottero, Pastello, 2010
Fenicottero, Pastello, 2010